Su ‘na rota del birrificio Contromano, Simone Cantoni, 19 luglio 2016

Su ‘na rota del birrificio Contromano

Alla ciurma riunitasi sotto il marchio Contromano (beer-firm romana di recentissima generazione) non manca certo lo spunto dell’originalità. Per rendersi conto di come l’operazione-incisività sia riuscita, basta scorrere il nome e cognome della prima assaggiata: Contromano… Su ‘na rota!birra-contromanoInsomma, il senso dell’autoironia non fa difetto, per niente. Così i due birrai, Michele Menchini e Luca Speranza, ci consegnano una European Pale Ale tanto divertente nel biglietto da visita, quanto nell’assaggio. Luppolata interamente con varietà sperimentali dello sloveno Styrian Golding (la 102, la 105, il Wolf e il Bobek), presenta colori chiari (un dorato leggero) e aspetto pacatamente velato, corredato da schiume sottili ma discretamente fitte. Fresco, estivo, l’arco olfattivo si tende verso le direzioni del malto (caramello biondo, biscotto, frolla), del floreale-vegetale (ginestra, erbe tagliate), delle resine (incenso), della frutta (mela, pesca, ananas), degli agrumi canditi (cedro). La bocca è poi equilibrata (18 le Ibu) e abile nel gestire fluidamente il passaggio dall’ingresso morbido (succoso) al finale amaricante e dosatamente dry. Conto alcolico, 4.6 gradi, per un bicchiere seriale.

Su ‘na rota del birrificio Contromano

contromano su 'na rota bottiglia

Fermentazione: alta
Stile: European Pale Ale
Colore: dorato chiaro
Gradi alcolici: 4.6%
Bicchiere: pinta
Temperatura di servizio: 8-10 °C